CUNEO ASTI E’ OK DA BRUXELLES

E’ arrivata ieri la tanto attesa notizia sull’accordo formale che sblocca la Cuneo Asti.
Come avevamo anticipato nei giorni scorsi nel
question time alla Camera
 
si è infatti raggiunto a Bruxelles un accordo di principio sulla proroga delle concessioni autostradali tra la Commissaria alla Concorrenza, Margrethe Vestager ed il Ministro Graziano Del Rio. 
Il via libera dall'Unione Europea alla proroga delle concessioni che serve a smuovere investimenti in nuove infrastrutture e a calmierare aumenti dei prezzi è collegato anche all’orientamento per il futuro di mettere a gara le infrastrutture. 
La proroga da parte dell'Italia delle concessioni autostradali esistenti sarà possibile se in linea con le regole Ue sugli aiuti di Stato e sugli appalti pubblici anche per permettere investimenti in infrastrutture "per stimolare la crescita" ma anche "una concorrenza efficace nel mercato in linea con le regole Ue".
L'accordo riguarda la Asti-Cuneo e la Gronda di Genova ma anche "la scelta strategica di fondo dell'Italia non solo di non chiedere proroghe, ma di continuare a fare gare", ha spiegato Delrio. "Le proroghe che vengono concesse sono limitate e servono a uno scopo principale: calmierare le tariffe" per non fare "pesare sugli utenti gli investimenti", ha detto il Ministro Delrio, e complessivamente, l'accordo con la Commissaria Vestager dovrebbe sbloccare "circa 10 miliardi di investimenti". 

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento