INCONTRO E DIBATTITO CON ALESSANDRO ROSINA: I GIOVANI ITALIANI UNA RISORSA OLTRE CONFINE

Rovesciando il titolo del film dei fratelli Coen di qualche anno fa, si può facilmente dimostrare che oggi l’Italia «non è un Paese per giovani». La crisi ha aumentato la cosiddetta “fuga dei cervelli”, fenomeno noto da molti anni ma certamente accentuatosi negli ultimi tempi. A dimostrarlo vi è, tra gli altri indicatori, il largo spazio che sui mezzi di informazione anche locali stanno trovando i racconti di chi ha lasciato l’Italia per cercare fortuna all’estero, con la speranza di veder meglio valorizzati il titolo di studio, la professionalità, il merito.
Di questo tema si sta occupando da tempo Alessandro Rosina, uno dei più attenti conoscitori dei cambiamenti sociali in atto nel nostro Paese. Professore di Demografia all’Università Cattolica di Milano e membro del Consiglio Direttivo della Società Italiana di Statistica, Rosina ha curato insieme ad Antonio Golini il volume Il secolo degli anziani: come cambierà l’Italia, uscito l’anno scorso con una serie di analisi e contenuti che dovrebbero esser divulgati tra chi ricopre responsabilità amministrative ed educative non meno che tra quanti hanno a cuore il futuro dei giovani.
L’associazione di promozione sociale Liberospazio è perciò lieta di promuovere l’incontro con Alessandro Rosina, organizzato dall’associazione ITalents, che si terrà a Fossano il giorno venerdì 20 gennaio 2012 alle ore 21 presso il Centro congressi S. Agostino di Palazzo Righini (via Negri 20). L’ingresso è libero.


  Vedi allegato 1
  Vedi allegato 2

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento