2010 Anno Internazionale della Biodiversità

Il 20 dicembre 2006, l’Assemblea Generale ha proclamato il 2010 Anno Internazionale della Biodiversità e ha designato il segretariato della Convenzione sulla Diversità Biologica come focal point dell’Anno. Ha inoltre invitato il segretariato a collaborare con le agenzie delle Nazioni Unite interessate, le organizzazioni internazionali e gli altri attori che si occupano di ambiente per dare maggiore attenzione a livello internazionale alla continua perdita di biodiversità.
Dati della ONU indicano che attualmente ci sono quasi 48.000 specie minacciate in tutto il mondo e che 17.000 sono in pericolo d’estinzione.
Questo rischio danneggia il 21% dei mammiferi, il 12% degli uccelli, il 28% dei rettili, il 37% dei pesci d’acqua dolce, oltre al 70% delle piante e il 35% degli invertebrati. (PL/Traduzione Granma Int.).
Ma vediamo gli appuntamenti di questo mese. Lunedì 11 gennaio a Berlino ci sarà il lancio ufficiale dell'Anno Internazionale della biodiversità, il 20 gennaio sarà la volta del congresso "Nature" del comitato francese dell'Iucn. Poi, come detto , il 21 e il 22 avrà luogo l'esibizione sulla biodiversità dell'Unesco in cui saranno mostrate alcune soluzioni naturali sulla relazione tra aree protette e cambiamenti climatici a Parigi.
Inoltre si realizzeranno altri Forum in città della Norvegia, India, Quasar, Colombia, Cina, Kenia ed a New York durante la prossima 65ª Assemblea Generale di settembre, prima d’una Conferenza Finale in dicembre, a Kanazawa, Japón.

Per maggiori approfondimenti sito UNITED NATIONS


  Leggi Anche ...

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento