ABOLITO IL FINANZIAMENTO PUBBLICO AI PARTITI

Approvato in aula alla Camera dei Deputati l’abolizione del finanziamento pubblico diretto ai partiti.


Quello di oggi è sicuramente  un passo importante  nella direzione voluta dai cittadini.


Con le nuove norme i partiti potranno essere finanziati solo se lo vorranno i cittadini, attraverso il 2 x mille o l’erogazione diretta, e solo se avranno adottato  regole molte chiare di trasparenza e di democrazia interna.


Sono state introdotte norme per rendere il  rapporto tra i partiti e il finanziamento più trasparente, tracciabile, e i privati potranno versare soldi non oltre un tetto, anche se il tetto al momento è ancora a mio giudizio troppo alto, un principio di  garanzia democratica che il  Partito Democratico ha voluto inserire dopo una lunga battaglia.


Nelle condizioni in cui si è costruito il provvedimento  è comunque un risultato molto positivo.


Con questo provvedimento si è abolita una norma, il finanziamento pubblico, che gli italiani in più occasioni hanno dichiarato di non condividere, e si è introdotto una nuova norma, il linea con tanti altri paesi europei, che riconsegna ai cittadini le decisioni su tutte la forme di sostegno ai loro partiti.


Scheda provvedimento

http://www.minotariccoinforma.it/cgi-bin/allegati/documenti/D13149 fina part.Pdf


  Vedi allegato 1
  Vedi allegato 2

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento