AMMINISTRAZIONE IMPRESE IN STATO DI INSOLVENZA

La Camera dei deputati ha approvato il 10 maggio 2017 il disegno di legge delega al Governo in materia di amministrazione straordinaria delle grandi imprese in stato di insolvenza.
Il testo ora passa all'esame del Senato.

Le  principali novità :
- si amplia la platea delle imprese che potranno usufruire della procedura di amministrazione straordinaria, il requisito dimensionale passa infatti da 200 a 250 addetti, sino a 800 in caso di contestuale richiesta di ammissione alla procedura di più imprese del medesimo gruppo. Inoltre il requisito dimensionale – e lo stesso concetto di grande impresa – non viene più ancorato al solo numero degli occupati, ma anche alla media del volume d’affari degli ultimi tre esercizi;
- è istituito l’Albo dei commissari straordinari per l’amministrazione delle grandi imprese in stato di insolvenza, a cui possono iscriversi soggetti dotati dei necessari requisiti di indipendenza, professionalità, onorabilità e trasparenza, ed è richiesta  l’assenza di conflitti d’interesse e l’aver già svolto funzioni di amministrazione o funzioni direttive presso imprese di grandi dimensioni;
- vengono specificate le modalità con cui il Ministro dello sviluppo economico potrà procedere alla nomina del commissario straordinario (o sino a tre commissari nei casi di eccezionale complessità) al quale è attribuita l’amministrazione e rappresentanza dell’impresa insolvente;
- è introdotta una tempistica più stretta per la procedura di ammissione, il Tribunale avrà infatti tempo 45 giorni (non più 2 mesi) dall'apertura della procedura (acquisito parere favorevole obbligatorio e vincolante del Ministro dello sviluppo economico) per ammettere l’impresa all’amministrazione straordinaria.

In allegato la dichiarazione di Angelo Senaldi con molti elementi di approfondimento aggiuntivi.


  Vedi allegato 1

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento