APPROVATA LA CONVERSIONE DEL DECRETO ISTRUZIONE E UNIVERSITA'

 


 


 


La Camera ha approvato la conversione in legge del Decreto 104/2013 “Interventi per istruzione, università e ricerca”  che contiene norme per gli studenti, le famiglie, le scuole, le università, le Istituzioni di alta formazione e specializzazione artistica e musicale (AFAM) , gli enti di ricerca.


In particolare prevede interventi  in materia di  diritto allo studio,  di orientamento per gli studenti,  di offerta formativa, di  tutela della salute a scuola, sui libri di testo, formazione degli insegnanti, assunzione di personale scolastico, modalità di reclutamento di dirigenti scolastici, finanziamenti agli enti di ricerca.


Durante l'esame parlamentare sono state apportate numerose modifiche e sono stati inseriti nuovi contenuti che, in particolare, intendono rafforzare il collegamento fra scuola e università e mondo del lavoro.


In Commissione Agricoltura avevamo approvato un parere che spostava una parte della copertura finanziaria dalla introduzione  di nuove accise su birra e alcolici a un imposta sulle bevande gasate che sono nocive alla salute soprattutto dei ragazzi.


In sede di discussione di merito, dopo una discussione che ha visto anche il relatore dimettersi, è stato ripristinato il testo iniziale che prevede le accise sulla birra.


Su questo e sul perché questa scelta sia un errore avevo già scritto, http://www.minotariccoinforma.it/ita/legginews.asp?id=2289   e purtroppo in questa occasione non è stato possibile cambiare.


Dopo l'approvazione da parte della Camera il 31 ottobre 2013, esso passa all'esame del Senato.


 


 


Alleghiamo il link ad una scheda di dettaglio


  Leggi Anche ...

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento