APPROVATA LA RIFORMA DEL PROCESSO PENALE

Mercoledì 23 settembre la Camera dei deputati ha approvato il disegno di legge sulla riforma del processo penale con 314 sì, 129 no e 51 astensioni.

Nella legge è contenuta anche una delega per il governo a regolamentare l’uso che giudici e giornalisti potranno fare delle registrazioni audio e video, nel provvedimento generale sono contenute delle linee guida a cui il governo stesso dovrà attenersi.

Dopo l’approvazione definitiva della norma il Ministro della Giustizia nominerà una commissione ministeriale di magistrati, avvocati e giornalisti per scrivere le nuove regole in modo puntuale ed equilibrato.

Il testo passa ora al Senato per l’approvazione definitiva. Si è parlato e paragonato molto in queste ore l’approvazione di questa norma con l’opposizione che a suo tempo il PD fece alla proposta di modifica delle norme sulle intercettazioni tentata dal Governo Berlusconi, ma è un paragone assolutamente improprio, in quanto allora si tentava di limitare l’uso delle intercettazioni nelle indagini e nei processi, questa norma regolamenta esclusivamente l’uso improprio delle intercettazioni nella loro divulgazione sui mezzi di comunicazione.


  Vedi allegato 1
  Vedi allegato 2
  Vedi allegato 3
  Vedi allegato 4
  Vedi allegato 5

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento