APPROVATA MOZIONE BULLISMO E CYBERBULLISMO

Oggi alla Camera voto importante su mozioni per il contrasto del bullismo e del cyberbullismo è stato un segnale importante della volontà del Parlamento di intervenire con misure adeguate per arginare e prevenire quello che sta diventando un rilevante problema sociale, in particolar modo fra i giovanissimi e soprattutto per la sua crescente diffusione attraverso internet
La mozione del Pd approvata dalla Camera indica una chiara direzione di marcia: privilegiare la prevenzione, anzitutto nella scuola, con specifiche attività e progetti, l'educazione dei ragazzi all'uso consapevole di internet, percorsi di formazione dei docenti, iniziative per sensibilizzare le famiglie, coinvolgimento dei centri di aggregazione del territorio; ma anche progetti specifici di assistenza e sostegno alle vittime e percorsi rieducativi personalizzati per i bulli, con il coinvolgimento dei servizi sociali. 
Serve un approccio complessivo, una strategia che integri le funzioni dei diversi attori istituzionali coinvolti, nonché di esperti, associazioni e degli stessi gestori di siti internet e social network, che devono adottare adeguate misure per garantire la rimozione e l'oscuramento di contenuti violenti, offensivi e discriminatori. 
Le mozioni approvate oggi ricalcano in gran parte i contenuti del disegno di legge attualmente all'esame delle commissioni Affari sociali e Giustizia della Camera, e sono un chiaro incentivo ad accelerare l'iter per una sua rapida approvazione, sulla quale auspico un'ampia convergenza di tutte le forze politiche.


  Vedi allegato 1

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento