APPROVATO IL DECRETO FISCALE 2017

Approvato il decreto fiscale 2017, contenente misure per i cittadini, per le famiglie, per il lavoro, per i professionisti, per le imprese e per i territori. Quindi, misure utili al Paese.
 
PER I CITTADINI, I PROFESSIONISTI E LE IMPRESE
1. Rottamazione delle cartelle esattoriali. Estensione della domanda di rottamazione per i contribuenti che non l’avevano presentata o lo avevano fatto in modo irregolare. Nuove estensioni per le cartelle formate alla data del 30 settembre 2017.
2. Stop alla fatturazione a 28 giorni per telefonia e pay tv.
3. Spesometro. Semplificazione per le imprese degli adempimenti fiscali e trasmissione dei dati annuale o semestrale, possibilità di invio cumulativo delle fatture fino a 300 euro. Abolite le sanzioni per chi ha commesso errori nell’invio dei dati delle fatture. Si potranno inviare di nuovo i dati corretti entro febbraio 2018.
4. Equo compenso. Si introduce per gli avvocati, e altri professionisti,  l’equo compenso nei rapporti con grandi imprese, banche, assicurazioni e Pubblica Amministrazione.
5. 500 milioni per le PMI. Il fondo di garanzia per le Pmi viene incrementato di 500 milioni di euro per il biennio 2017-18. Viene autorizzata la Cdp ad intervenire sul fondo, integrandolo con ulteriori risorse.
 
PER LE FAMIGLIE E IL SOCIALE
6. Uscita dei minori di 14 anni da scuola. I genitori possono autorizzare le istituzioni scolastiche a consentire l’uscita autonoma dei ragazzi da scuola e ad utilizzare i mezzi di trasporto (scuolabus).
7. Ulteriore detrazione per gli affitti degli studenti universitari. La norma vigente prevede la possibilità di detrarre la spesa per coloro che vivono oltre i 100 km dalla sede universitaria ma in un’altra provincia. Con la modifica si elimina il confine provinciale, permane la distanza di 100 km per tutti, ma si riduce a 50 km la distanza per chi risiede in aree montane e disagiate.
8. Nuove assunzioni nel comparto difesa e sicurezza.
9. Il reato di stalking non potrà più essere estinto a fronte di un risarcimento economico.
10. Sanità. Detraibilità del costo degli alimenti speciali per pazienti affetti da patologie nutrizionali, in via sperimentale per due anni; potenziati gli obiettivi strategici di piano iniziali riguardanti la cura dei tumori tramite l’adroterapia; introdotta regolamentazione della cannabis a fini terapeutici.
 
PER IL TERRITORIO, PER I TRASPORTI
11. Calamità naturali. Garantita la sospensione degli obblighi fiscali per le aree colpite dal sisma in Centro Italia nel 2016; favorevoli misure per l’adempimento degli obblighi tributari e contributivi a Ischia, in seguito al terremoto di quest’estate; sospensione degli obblighi fiscali anche per i contribuenti del comune di Livorno che, in seguito alla recente alluvione, hanno presentato dichiarazione di inagibilità della casa di abitazione, dello studio professionale o dell’azienda.
12. Edilizia post sisma. Nessuno sgombero fino a quando non si ha una soluzione alternativa (mai più nonna Peppina).
13. 5x1000 per i parchi. A decorrere dal 2018 una quota pari al 5 x 1000 dell’imposta Irpef potrà essere destinata anche a sostegno degli enti gestori delle aree protette.
14. Trasporti. Nuovi fondi sono previsti per la sicurezza dei trasporti e per la continuità territoriale con la Sardegna.
15. Fiume Po. Interventi immediati di manutenzione straordinaria e ordinaria necessari a garantire il transito dei mezzi tra le due sponde del fiume, oggi in parte precluso.

in allegato la scheda di sintesi o per una lettura più approfondita il Dossier del
Sevizio Studi della Camera


  Vedi allegato 1

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento