APPROVATO PARERE CHE DIFENDE LA BIRRA ARTIGIANALE E DISINCENTIVA LE BEVANDE GASATE

Abbiamo approvato oggi un parere in Commissione Agricoltura sul Decreto Istruzione e presenteremo in giornata  i relativi emendamenti  per modificare l’articolo 25 della norma la ove come entrata fiscale  introduceva un aumento alle accise sulla birra e abbiamo chiesto di sostituire questo prelievo  con una imposta sulle bevande gassate.


Ho chiesto, nella discussione sulla Legge di conversione del Decreto, di superare l’accisa sulla birra perché sono assolutamente convinto che la stagione di sviluppo di questo settore soprattutto del comparto delle birre artigianali rappresenta una opportunità di sviluppo per i territori e per tutta la filiera a forte radicamento locale .


Questi prodotti infatti richiedono orzo e luppolo di qualità ed in moltissimi casi sviluppano filiere produttive di qualità che coinvolgono soprattutto piccole e piccolissime imprese.


Abbiamo scelto di coniugare questo con la reintroduzione di un orientamento, che era già stato tentato nella precedente legislatura , finalizzato ad avviare un percorso che scoraggi l’uso di bevande gassate che sono nocive alla salute.


Il Ministro Balduzzi sulla base di studi medici aveva tentato di introdurre misure di scoraggiamento ma era stato stoppato dagli interessi in gioco.


Questa volta speriamo veramente di riuscire.


Il Parere è stato votato quasi alla unanimità, con sole tre astensioni e tutti gli altri voti favorevoli.  Un segnale importante.


 

Mino Taricco


  Vedi allegato 1
  Vedi allegato 2

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento