APPROVTA ALLA CAMERA LA LEGGE CONTRO IL FEMMINICIDIO

La Camera ha approvato con 343 sì e 20 astenuti la Legge di conversione del  decreto legge contro il  femminicidio .


Dopo che il 27 giugno 2013, il Parlamento aveva approvato all’unanimità la ratifica della Convenzione di Istanbul sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (L. 27 giugno 2013, n. 77 “Ratifica della Convenzione di Istanbul” questo provvedimento ne è la prima importante traduzione concreta .


E’ un cambiamento radicale sul tema, ed è un chiarissimo segnale di lotta senza quartiere al fenomeno del femminicidio e contro ogni forma di violenza sui più deboli.


L’impianto del decreto è basato su tre pilastri: prevenire la violenza di genere, punirla in modo certo e proteggere le vittime.


Il provvedimento passa ora al Senato per l’approvazione definitiva e lo dovrà fare in modo rapido, infatti il Senato dovrà convertirlo entro il 15 ottobre.
Un provvedimento importante che costituisce per le donne una tutela più attenta e incisiva contro tutte le violenza di genere.


Il provvedimento contiene anche misure urgenti in tema di opere strategiche, di protezione civile e di commissariamento delle province.

 


  Vedi allegato 1

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento