Acqua, energia e risorse naturali

Lunedì 2 marzo 2009 alle ore 21
a Fossano - Sala Polivalente del "Castello degli Acaja"
tema: "Acqua, energia e risorse naturali"

L’acqua è un bene da difendere, essendo una risorsa limitata. La Provincia di Cuneo deve elaborare un “progetto acqua” portatore di valori, doveri e diritti.
Occorre pianificare la costruzione di nuovi acquedotti e una rete fognaria moderna, dal momento che entro il 2016 bisognerà separare acque bianche e acque nere.
L’Autorità dell’ATO (Ambito Territoriale Ottimale) deve esser organizzata sul territorio e messa in grado rapidamente di rispondere ai propri compiti istituzionali.
Accelerare gli investimenti per ridurre le perdite della rete che in alcuni casi arrivano sino al 40%.
Sostenere le amministrazione comunali che hanno deliberato di introdurre l’acqua dell’acquedotto nelle mense scolastiche.
Arrivare entro il 2017 ad una unica gestione dell’acqua in Provincia di Cuneo con una società a capitale misto, con il 51% in mano pubblica.
I consumi di energia in provincia di Cuneo sono largamente superiori alla produzione, anche dal punto di vista dell’energia elettrica. In questa situazione le parole d’ordine non possono essere che risparmio, utilizzo efficiente dell’energia e sfruttamento razionale di tutte le risorse disponibili, che in provincia di Cuneo sono solo due fonti rinnovabili: il solare e l’idroelettrico.
Il risparmio energetico dovrà avvenire anzitutto attraverso la riduzione dei consumi per il riscaldamento e il condizionamento degli edifici, a partire da quelli di proprietà dell’ente provinciale.
Sfruttamento razionale delle risorse rinnovabili della nostra provincia e ripresa dei progetti a partire dalle gronde del Gesso, dagli impianti dell’Alto Tanaro, dalla diga di Stroppo e di Serra degli Ulivi.
Campagna di sensibilizzazione in tutti i Comuni della Provincia di Cuneo per la riduzione del consumo di energia elettrica nell’illuminazione pubblica.
Superare il contrasto di interessi, per quanto riguarda l’uso dell’acqua, tra l’agricoltura della pianura e le popolazioni della montagna che fino ad oggi non hanno trovato molti punti di mediazione.
Incentivare nelle civili abitazioni l’installazione di pannelli termici destinati alla produzione di acqua calda e integrazione al riscaldamento.

Mauro Sarotto ha detto. . .
L'energia è un elemento fondamentale del nostro sistema di vita; pensiamo alle nostre azioni quotidiane, e sempre abbiamo la necessita di essa:spoataeci da un luogo all'altro,scaldarci, cucinare,lavorate,comunicare,ecc. E' quindi indispensabile acquisire una coscienza e sensibilità all'uso di fonti rinnovabili e al risparmio intelligiente dell'energia. Questa è una strada obbligata per ridurre la dipendenza dai combustibili fossili e migliorare la qualità ambientale. Credo, che oltre a progetti di importanza strategica d'intervento pubblico, si debba incentivare anche la creazione di micro impianti(idroelettrici,fotovoltaici,eolici e di cogenerazione), questi hanno il vantaggio di avere bassi impatti ambienteli e l'uso localizzato dell'energia, senza grosse perdite dovute al trasporto.




  Vedi allegato 1
  Vedi allegato 2
  Vedi allegato 3

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento