Altro che chiudere. La Giunta regionale riconosca e valorizzi il presidio di Caraglio.

Il consigliere regionale PD Mino Taricco ha presentato, come primo firmatario insieme ad altri consiglieri del territorio, un ordine del giorno per il riconoscimento e la valorizzazione dell’ospedale di Caraglio nell’ambito della rete regionale della lungodegenza e post acuzie.
“Nel gennaio 2011 la Giunta regionale ha definito i criteri di appropriatezza per le attività di recupero e rieducazione funzionale per le attività di lungodegenza, nel quadro della riorganizzazione complessiva del sistema sanitario e assistenziale piemontese”, spiega Taricco.
“Sul territorio del distretto di Dronero è presente il presidio di Caraglio, che con 30 posti letto opera in stretta connessione con l’ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo. Lì viene svolta una attività in perfetta armonia e coerenza con i criteri definiti dalla Giunta regionale. Il presidio rappresenta un punto di riferimento imprescindibile per quanto riguarda la post acuzie e la lungodegenza per i residenti del distretto di Dronero. Ma ha un ruolo importante anche per il Distretto di Cuneo, essendo dotato in più di 10 posti letto di riabilitazione di II Livello e di 10 posti letto di nucleo stati vegetativi permanenti, a valenza sovra zonale su un’area di 60.000 abitanti”.
“Nonostante l’evidente importanza del presidio, l’amministrazione regionale intende andare a un forte ridimensionamento della struttura o, in alternativa, alla sua dismissione o all’affidamento della gestione a privati”.
“Sarebbe una scelta insensata”, commenta Taricco, che ricorda come la Regione abbia recentemente investito “2,2 milioni di euro per l’adeguamento della struttura caragliese, portandola a livelli di eccellenza anche dal punto di vista strutturale”.
“Di fronte anche alla mobilitazione della popolazione e alle 11 mila firme raccolte in un mese”, sostiene Taricco, “non resta che bloccare ogni ipotesi di chiusura o ridimensionamento. Si riconosca il ruolo attualmente svolto dal presidio di Caraglio, si confermino posti letto e livelli occupazionali e si operi per una ulteriore valorizzazione di una realtà sociosanitaria che rappresenta un fiore all’occhiello, non un ramo secco da tagliare”.


  Vedi allegato 1

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento