BANDA LARGA SU TUTTO IL PIEMONTE

“LA GIUNTA COTA SI SVEGLI E FACCIA QUANTO LE COMPETE PER ESTENDERE LA BANDA LARGA A TUTTO IL PIEMONTE. I SOLDI CI SONO, BASTA LA VOLONTA’ DELLA GIUNTA”.

Una interrogazione del Consigliere Regionale PD Mino TARICCO



Il consigliere regionale PD Mino Taricco ha presentato una interrogazione sulla diffusione della banda larga sul territorio piemontese e gli atti del governo regionale su questo tema.

“Purtroppo la Giunta regionale appare immobile - spiega Mino Taricco - su un tema così importante. La diffusione capillare della connessione a banda larga è una condizione irrinunciabile per favorire l’utilizzo di servizi innovativi per lo sviluppo sociale, economico e culturale di un territorio e la modernizzazione dei suoi modelli organizzativi-gestionali pubblici e privati”.

“Proprio per questo il Consiglio dell’Unione europea ha stabilito che nei Programmi di sviluppo rurale 2007-2013 siano inserite azioni per lo sviluppo della banda larga. Il Programma di sviluppo rurale della Regione Piemonte 2007-2013 è stato di conseguenza modificato, e la scorsa Giunta regionale, a marzo, ha approvato lo schema di Accordo di Programma per lo sviluppo della Banda Larga sul territorio piemontese tra il Ministero dello Sviluppo Economico e la Regione Piemonte, finanziato con quasi 15 milioni di euro da governo e Regione Piemonte”.

“Ci sarebbero dunque tutte le condizioni per fare un salto di qualità allo sviluppo della banda larga; ad ora sono coperti totalmente dal collegamento terrestre 930 Comuni su 1206. In molti Comuni, la copertura non è totale: i Comuni con divario digitale ancora significativo sono 276 di cui 170 con la sola copertura satellitare o comunque non via terra”.

“In questa situazione ci aspettavamo che la Giunta Cota mettesse in atto le necessarie azioni, a partire dalla nomina dei suoi rappresentanti nel comitato di governo dell’accordo, per definire la Convenzione operativa necessaria per avviare l’intervento nel suo complesso”.



“Purtroppo la Giunta Cota, ad ora non ha neanche nominato i suoi rappresentanti nel Comitato, un passo necessario per gli altri adempimenti e il via al programma. Dunque, su uno strumento fondamentale anche per l’Unione europea per rilanciare i territori, in particolare quelli montani e rurali, la Giunta regionale dopo cinque mesi di attività non ha ancora battuto un colpo”.

“Un’inerzia che non ha alcuna giustificazione pratica, se non la sottovalutazione di un tema molto importante per il futuro del Piemonte”.


  Vedi allegato 1
  Vedi allegato 2
  Vedi allegato 3

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento