CLASSIFICAZIONE RETE OSPEDALIERA ANCHE PER LA PROVINCIA DI CUNEO

Nei giorni scorsi, avevamo richiesto all’Assessore Monferino di specificare, nell’ambito della rete ospedaliera piemontese, quale sarebbe stata la classificazione dei vari ospedali, suddividendoli per: ospedali di riferimento, ospedale cardine e ospedale di prossimità, perché così vengono definiti dal Piano sociosanitario regionale presentato dalla Giunta Cota che, nei prossimi giorni, verrà sottoposto alla consultazione nelle Province insieme alla delibera di riorganizzazione delle ASL e delle ASO.
Come è noto, la proposta di Piano al Consiglio Regionale per la Provincia di Cuneo prevede una sola ASL che dovrebbe nascere dalla unificazione delle due attuali e una unica ASO che conterrebbe, oltre al P.O. S.Croce di Cuneo, anche il P.O. Antonio e Carle di Cuneo , i P.O. di Saluzzo, di Mondovì , di Savigliano, di Ceva, di Fossano, di Caraglio, di Alba e di Bra.
Tutto questo nonostante le Amministrazioni abbiano rappresentato, in tutte le occasioni , la loro contrarietà a questo progetto .
Come sia possibile gestire un’Azienda di queste dimensioni è difficile anche solo immaginarlo, ma questo ad oggi è il progetto della maggioranza in Regione , per non dire dell’estromissione dei Sindaci che si verificherà per effetto della separazione tra ospedale e territorio.
Se passasse la riorganizzazione prevista dalla Giunta Cota, 4 o 5 persone si troverebbero a decidere tutte le scelte per la sanità della provincia al di fuori di qualsiasi controllo e mettendo sostanzialmente fuori gioco i Sindaci.
All’Assessore alla Sanità abbiamo richiesto, però, non soltanto di farci conoscere la classificazione dei vari ospedali, ma che ci indicasse altresì, l’elenco delle specialità che ciascun ospedale dovrà prevedere.
Dall’elenco risulta che Cuneo sarà “Ospedale di Riferimento”, solo Mondovì con Savigliano ed Alba saranno “Ospedale Cardine” e tutti gli altri saranno “Ospedali di prossimità”.
Abbiamo ottenuto che le audizioni , cioè i confronti sul Piano Socio Sanitario Regionale , si realizzassero non a Torino , come si voleva fare , ma nei territori ed è chiaro che questo sarà un passaggio importante per poter esprimere il punto di vista del territorio.
A Cuneo è previsto il 24 novembre al Centro Incontri della Provincia alle 9,30 e sarà necessario esserci.
Il rischio che corre la nostra sanità è di incappare in scelte di ridimensionamento e di minore qualità dei servizi, bisognerà vigilare per evitare che siano approvate modifiche dannose ed ingestibili, con cui poi dovremmo fare i conti nei prossimi anni.


  Leggi Anche ...
  Vedi allegato 1
  Vedi allegato 2
  Vedi allegato 3
  Vedi allegato 4

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento