CONTINUO A CREDERE . . .. . .. . .. . .. . .. . .

In questo momento nel quale il prestigio delle Istituzioni in generale e del Consiglio regionale in particolare è sotto i tacchi , e nel quale sparare su chi è impegnato in esse , facendo di ogni erba un fascio , sembra quasi diventata una civica virtù , io continuo a credere che sia necessario distinguere .
Bisogna saper “vedere” , perché ciò che accade oggi nelle Istituzioni è il frutto anche di una stagione nella quale un certo “berlusconismo” rampante ed imperante , culturale prima ancora che politico , ci aveva spiegato che la politica era sostanzialmente inutile se non addirittura dannosa .
Grazie ad una legge elettorale che lo permetteva , ci hanno fatto credere che chiunque , anche senza alcuna preparazione , poteva ricoprire qualunque incarico nelle Istituzioni e che la storia personale , le motivazioni etiche , la competenze e l’esperienza erano l’ultimo dei criteri e l’ultima delle virtù .
Lo hanno fatto anche con scelte simboliche , la nomina della Minetti e di tante veline e starletti , di tanti amici e parenti , sono li a dimostrarlo .
Serve sicuramente una inversione di marcia , con nuove Leggi che permettano ai cittadini di scegliere tutti i loro rappresentanti , con regole più cogenti che impediscano ai furbi di poterne profittare , con la riduzione delle risorse percepite e utilizzate , perché i tempi di difficoltà lo richiedono .
E’ un impegno che siamo chiamati ad onorare .
Oggi il Consiglio regionale ha votato l’abolizione delle certificazioni e dei rimborsi , un aumento della trasparenza e dei controlli e una riduzione delle spese dei gruppi , era una scelta necessaria e giusta , visto l’uso che taluni parrebbero averne fatto .
Domani è all’ordine del giorno la riduzione del numero dei Consiglieri regionali e degli Assessori , condivido e condividiamo come PD queste scelte , cui dovranno seguirne altre .
Rivendichiamo su questi temi non primogeniture , ma di avere proposto queste stesse norme già nei mesi passati , con proposte ( vedasi allegati ) che allora non erano state accolte .
Voglio esprimere questa posizione e questa sensibilità e lo voglio fare con orgoglio e convinzione , sia pure in un momento nel quale non è facile farlo .
Ho svolto in questi anni il compito che i cittadini con il loro voto mi hanno affidato , ho cercato di farlo al meglio delle mie capacità , confrontandomi , studiando e preparandomi ogni giorno , senza lesinare lavoro ed impegno , nella piena consapevolezza di dover rendere conto di ogni mia scelta , di ogni mio comportamento e di ogni mia azione , perché è giusto che chi è chiamato nelle Istituzioni sia chiamato anche ad essere una casa di vetro .
Ho vissuto questo mio impegno con sobrietà , rispettando le regole e cercando di non gravare indebitamente sulla collettività , e rivendico il diritto di essere misurato sul mio impegno , sulla mia attività e sui miei comportamenti .
Chi ha sbagliato , se qualcuno lo ha fatto , dovrà pagare , è giusto che sia così , ma salviamo l’impegno e la buona politica , non sono in gioco storie o carriere di singoli , è in gioco l’idea stessa di democrazia e della qualità dell’impegno e della partecipazione .

Mino Taricco

Allego

- la tabella pubblicata ieri da La Stampa sull’attività in Regione
- un documento che dimostra l’impegno su questi temi del PD regionale


  Vedi allegato 1
  Vedi allegato 2

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento