COORDINATORE PIANO SANGUE PROVINCIA DI CUNEO.

Dalla fine del 2009 è scaduto il coordinatore della cabina di regia per le attività che attuano il piano del sangue nella provincia di Cuneo. Cosa aspetta l’Assessore a intervenire perché venga nominato al più presto il nuovo coordinatore per il biennio 2012-2013? Lo chiede il consigliere regionale Mino Taricco in una interrogazione presentata alla Giunta regionale. “Il piano del sangue approvato con una delibera della Giunta regionale del 2007 attribuisce alla cabina di regia delle diverse province compiti centrali in tutte le attività connesse alla raccolta, lavorazione, distribuzione degli emocomponenti e all’attività diagnostica e clinica correlata all’emoterapia attribuita al servizio trasfusionale”, spiega Taricco. “Si tratta dunque di un compito centrale per la politica della raccolta e distribuzione del sangue nelle province. In quella di Cuneo, dalla fine del 2009 è scaduto il coordinatore. Ma da allora non è stato nominato il nuovo”. “Mi sembra una situazione inaccettabile”, commenta Taricco, “anche perché tutta la gestione delle urgenze è a capo della cabina di regia. E’ ora che si giunga alla nomina del nuovo coordinatore, meglio tardi che mai”. “Per questo ho chiesto all’Assessore di chiarire come intende attivarsi, per quanto di sua competenza, per giungere il più rapidamente possibile all’individuazione del nuovo coordinatore”.


  Vedi allegato 1

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento