ESODATI : VERSO UNA SOLUZIONE

In queste settimane abbiamo assistito stupefatti al delirante balletto di numeri e di tipologie lavorative , tra Ministero e INPS , o meglio tra Ministro Fornero e il Presidente INPS Mastrapasqua , intorno alla vicenda “esodati”. Con questo non bel termine , si intendono quei lavoratori che avendo avuto una prospettiva di andare in pensione ad una certa data , alla luce delle regole in vigore in quel momento , avevano accettato accordi di varia natura , normalmente legati a ristrutturazioni aziendali , in virtù dei quali , con la copertura dei periodi pensionistici mancanti , venivano di fatto accompagnati dalla cessazione del lavoro alla pensione . Questi lavoratori , a seguito dell’allontanamento della data di pensionamento con la nota “Riforma SalvaItalia” e senza norme transitorie che ne definissero la copertura , rischiano di rimanere senza più lavoro e senza ancora pensione . Credo sia già stato grave non averne previsto le modalità di transizione in occasione dell’approvazione della norma sulle pensioni , ma la discussione sui numeri cui abbiamo assistito nelle passate settimane ha veramente dell’incredibile . Il PD ha posto come pregiudiziale al voto alla Riforma del lavoro la soluzione di questo problema ed ha fatto bene . Adesso il Governo ha confermato che verrà trovata la soluzione , verrebbe da dire speriamo bene ! Nei prossimi giorni ne verificheremo la modalità . Per intanto allego un interessante scheda de “La Stampa” che aiuta a capire bene cosa è successo .


  Vedi allegato 1
  Vedi allegato 2

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento