EVITARE LA CHIUSURA DEL NUCLEO ELICOTTERI DEI VIGILI DEL FUOCO

Il Consiglio Regionale del Piemonte ha approvato oggi all’unanimità un ordine del giorno, presentato dal PD, che chiede alla Regione Piemonte un impegno per evitare la chiusura del Nucleo elicotteri dei Vigili del Fuoco del Piemonte, con il trasferimento in Lombardia.

L’operazione avviene in un quadro nazionale di ridimensionamento per ridurre i costi, ma di fatto taglia solo i nuclei di Piemonte e Puglia, mantenendone altri dieci in funzione.

“Il nucleo elicotteri con sede all’aeroporto di Caselle da 25 anni assicura il soccorso aereo sul territorio piemontese con personale esperto e altamente specializzato”, si spiega nell’ordine del giorno PD, che ricorda le 10.666 missioni compiute e le 179 persone soccorse nel solo 2009.

Nel documento, si ribadisce che, se è doveroso cercare di limitare i costi di gestione, non è tagliando due nuclei, tra cui quello piemontese, che si ottiene un risultato complessivamente accettabile senza incidere in modo inaccettabile sulla qualità del servizio.

“Si lascerà il territorio piemontese privo di un dispositivo di soccorso essenziale, allungando i tempi di risposta alle emergenze, aumentando i rischi per il territorio, perché occorrerà aspettare gli elicotteri dalla Liguria o dalla Lombardia”, si sostiene nell’ordine del giorno.

“Lo abbiamo presentato il 28 settembre”, ha sostenuto il capogruppo PD Aldo Reschigna, “ma ancora la Giunta regionale non ha preso posizione. Occorre intervenire subito per bloccare una chiusura che lascerebbe il Piemonte privo di un servizio indispensabile”.




“E’ necessario che la valorizzazione del territorio piemontese sia tale non solamente a parole. Non si può cedere servizi ed insediamenti a favore della Lombardia sguarnendo di certezze importanti la nostra Regione.
La Lega Nord deve essere federalista oltre che nei proclami anche nella realtà e non lasciar configurare un nord ad esclusiva trazione lombarda” - ha affermato il Consigliere Mino Taricco – “abbiamo chiesto e continueremo a chiedere tutela e difesa per il Piemonte e per i servizi qui insediati in funzione del nostro territorio”.

Chiediamo comportamenti coerenti con gli annunci.
Spiacerebbe constatare che un piano che penalizza il Piemonte, che trasferisce servizi in Lombardia e che ha per estensore il Ministro lombardo Maroni leader della Lega Nord, dovesse non trovare una opposizione ferma e risolutiva da parte del nostro Presidente federalista, difensore del Piemonte, Roberto Cota.


  Vedi allegato 1

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento