FACCIAMO DECOLLARE LA SCUOLA

Proposta PD per i primi cento giorni . . .. . .. . .. . .. . .. . .

Tagliamo l’acquisto di cacciabombardieri F35 e di armamento e utilizziamo quelle risorse, insieme ai fondi strutturali europei, per un piano straordinario di investimenti che consenta a Regioni, Province e Comuni di mettere in sicurezza scuole e ospedali, di avviare piani di recupero ambientale e progetti per la mobilità urbana.

Il PD propone un piano triennale 2013-2015 che prevede l’impegno di 7,5 MILIARDI DI EURO.

L’obiettivo è di finanziare spese per investimenti produttivi di Regioni, Province e Comuni dedicate alla messa in sicurezza di scuole e ospedali, a progetti di recupero ambientale e alla mobilità urbana.

La proposta del Pd prevede che gli investimenti finanziabili devono poter essere cantierabili in 6 mesi. In questo modo si punta a garantire migliori servizi nella sanità, nella scuola, nella mobilità e, nello stesso momento, a sostenere, subito e nel rispetto dei conti pubblici, l’attività economica e l’occupazione in tutta Italia.

La proposta del Pd prevede che alla copertura delle maggiori spese per gli investimenti si provveda nella misura del 60 per cento con una analoga riduzione della spesa per investimenti del Ministero della Difesa e per la quota residua attraverso l’uso di fondi strutturali europei.

Anche i privati potranno partecipare al programma di investimenti per mettere in sicurezza scuole e ospedali, per progetti di recupero ambientale e per la mobilità urbana.

Per investimenti privati che superino i 5 milioni di euro si prevede una consistente agevolazione fiscale.
Il piano straordinario che il Pd propone per le opere di Regioni, Province e Comuni potrà essere ancora più importante, se toccherà al Pd governare il Paese. Con gli altri governi e partiti progressisti europei lavoreremo per cambiare il patto di stabilità interno ed escludere gli investimenti per la messa in sicurezza di scuole e ospedali e per progetti di recupero ambientale e di mobilità urbana dal calcolo delle spese rilevanti al fine del rispetto degli obiettivi di finanza pubblica


  Leggi Anche ...

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento