INDUSTRIA 4.0 : AGEVOLAZIONI, DETRAZIONI, FORMAZIONE E SVILUPPO DI CONOSCENZE

Nelle scorse settimane il Governo ha presentato il piano industriale atteso e conosciuto come  INDUSTRIA 4.0, un piano strategico e operativo di grande portata, una priorità  per rilanciare la competitività nazionale.
32 miliardi di investimenti privati e 10 miliardi di impegno pubblico.
Incentivi e detrazioni, sostegno alla formazione, superammortamenti , ricerca, sviluppo, innovazione, tecnologie 4.0, banda ultralarga.
La scommessa è la crescita complessiva del sistema paese, con la formazione e il coinvolgimento di 200 mila studenti, 1400 dottorati di ricerca, 3.000 manager.
Il tutto, gestito da una cabina di regia composta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dai Ministeri competenti e da una rappresentanza di università, enti di ricerca, sindacati e imprenditoria. 
Un piano, che ha l’ambizione di essere una sfida culturale, politica oltre che economica.
Due direttrici principali : investimenti innovativi e competenze. 
Con gli investimenti innovativi si vogliono incentivare gli impieghi privati su tecnologie e beni 4.0; aumentare la spesa privata in ricerca; sviluppare, innovare e rafforzare la finanza a supporto di 4.0 e start-up. 
La seconda direttrice punta a diffondere la cultura 4.0 attraverso scuola digitale e alternanza scuola-lavoro; sviluppare le competenze attraverso percorsi universitari e istituti tecnici superiori dedicati; finanziare la ricerca, potenziando i cluster e i dottorati con la creazione di competence center edigitalinnovationhub.
Per diffondere le conoscenze dell’Industria 4.0 prossimamente partirà un roadshow di sensibilizzazione dal Nord al Sud del Paese.

Di seguito un interessante articolo sul tema
ed in allegato la sintesi del provvedimento del Governo ed il documento conclusivo dell' Indagine conoscitiva su « Industria 4.0 »: quale modello applicare al tessuto industriale italiano. Strumenti per favorire la  digitalizzazione delle filiere industriali nazionali.


  Vedi allegato 1
  Vedi allegato 2

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento