INFORMAZIONI SU TITOLI PAC

Stante il fatto che in tanti chiedono di sapere le motivazioni per cui il pagamento dei Titoli PAC è in ritardo sperando di care cosa utile cerco di  fornire alcune informazioni.
Lo scorso anno in Piemonte hanno presentato domanda  Titoli quasi 39 mila imprese agricole piemontesi, delle quali quasi 15000 in provincia di Cuneo. 
L’importo ancora atteso è di circa 250 milioni di euro, e sono ovviamente risorse  fondamentali per i conti delle aziende  e conseguentemente  per l’economia del territorio.
Nel mese di novembre sono stati erogati anticipi ad alcune aziende. 
Erano esclusi da questi anticipi, in coerenza con la normativa nazionale, le aziende estratte per i controlli previsti, che potranno essere pagate solo a controllo concluso, le aziende per le quali si era in attesa del ricalcolo del titolo PAC o che avevano in corso rettifiche di superficie o problematiche similari e le aziende aderenti a regimi dei piccoli agricoltori, cioè quelle aziende che percepiscono meno di 1.250 euro di premio, per le quali non è previsto l’anticipo per l'entità della cifra.
Altra categoria per la quale non era  previsto l’anticipo della PAC erano i pascoli, poiché in attesa della definizione di carico di UBA (Unità Bovini Adulti). 
La PAC ha infatti  visto recentemente una importante  riforma degli aiuti diretti previsti ai sensi del Reg. 1306/2013 che ha comportato un ricalcolo per  le attribuzioni dei titoli da parte di Agea su indicazioni del Ministero. 
e di fatto, dato che il ricalcolo dei  titoli è alla base del calcolo finale per l'erogazione dei contributi previsti, dalle informazioni assunte i primi pagamenti ed i saldi sono ipotizzabili a partire dalla  prima settimana di maggio, probabilmente partendo dai Titoli base e poi proseguendo con greening e piccoli agricoltori e pagamenti accoppiati.

Rimane aperta, per le aziende interessate, la questione  “refresh” delle foto GIS su base delle rilevazioni 2015 che parrebbe evidenziare soprattutto per i pascoli nuovi problemi, tema sul quale presenteremo nei prossimi giorni una interrogazione parlamentare. 

In allegato la Comunicazione dell’area Coordinamento di AGEA sul tema del ricalcolo


  Vedi allegato 1

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento