LA BICICLETTA : UNA MOBILITA' PIU' DOLCE

Approvata alla Camera la proposta di legge per sviluppare e sostenere la mobilità in bicicletta e una rete nazionale di percorribilità ciclistica.
E' una piccola legge ma che ha una ambizione grande, ricreare una sensibilità diversa alla mobilità, che punti a ridurre il traffico nelle città, a incentivare l'uso delle biciclette ricreando una cultura ed una sensibilità diverse sul tema, e che crei le infrastrutture che portino il nostro paese a recuperare i ritardi accumulati sul tema. 
Tutto questo definendo un percorso e stanziando risorse per otto anni che quindi permettono una programmazione in grado di produrre risultati.
Gli obiettivi puntuali principali del provvedimento sono quindi :
1) la sostenibilità, specialmente nelle aree urbane, e lo sviluppo di forme di mobilità alternative all'automobile;
2) lo sviluppo di forme di mobilità alternative all'automobile è rivolta anche ad incentivare il turismo in bicicletta che muove in Europa ogni anno oltre 10 milioni di persone.
La proposta di legge vuole essere punto di svolta culturale nella percezione, nell’approccio e quindi nell’elaborazione di politiche riguardanti la mobilità urbana.  Gli spostamenti che avvengono ormai quotidianamente all'interno delle città rappresentano circa il 90 per cento di quelli complessivi e uno studio dell’ACI calcola in circa 4 miliardi l’anno il costo delle inefficienze nella mobilità urbana.

Due scopri principali sono alla base di questo testo di legge: da un lato un ripensamento della mobilità urbana in termini di sostenibilità ed efficienza, dall’altro la realizzazione della rete ciclo viaria nazionale integrata nella rete europea, per realizzare una modalità di trasporto efficace e ampliare le proposte turistiche.

Già in corso di realizzazione alcuni progetti: la “Ciclovia del Sole” Verona-Firenze, quella Venezia-Torino, la ciclovia dell'Acquedotto pugliese e il GRAB di Roma.
Sono stati firmati, inoltre, ad agosto 2017 altri protocolli d'intesa tra MIT, MiBACT e regioni che riguardano altre tre delle nuove sei ciclovie: Garda, Sardegna e Magna Grecia. In particolare, la ciclovia della Magna Grecia, andandosi a collegare a quella dell'Acquedotto pugliese soprattutto nel sud, rappresenterà una delle più grandi ciclovie d'Europa.

Maggiori informazioni alle schede allegate e al link del  sito
Gruppo PD alla Camera


  Vedi allegato 1
  Vedi allegato 2

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento