LA CAMERA DEI DEPUTATI APPROVA IL DECRETO “DESTINAZIONE ITALIA”

 


 


Sono sempre stato fermamente convinto che uno dei compiti più urgenti della politica sia quello di dare risposte concrete alle esigenze che emergono dal Paese, e l’approvazione del Decreto legge 145/2013 “Destinazione Italia”, che approvato alla Camera dei Deputati, e trasmesso al Senato per l’approvazione definitiva è un altro passo compiuto in questa direzione.


Il decreto si muove proprio nella direzione di un reale contributo a quella ripresa che potrebbe condurci fuori dal tunnel della crisi: esso, infatti, da un lato ha l’obiettivo principale di sostenere, con specifici provvedimenti, le imprese del nostro Paese, e, dall’altro, anche quello di venire incontro ai singoli cittadini e ad alcuni loro bisogni.


 


Un percorso, quello di questo decreto, che è stato però lungo e accidentato, fatto di modifiche, cancellazioni, sia nelle Commissioni che in Aula.


Un percorso lungo il quale, vi è stato un approfondimento importante ed un miglioramento su molti temi che ha portato anche allo stralcio dell’articolo 8 del decreto, relativo alle assicurazioni RC-auto.


Un tema, questo, molto delicato, che affrontava un problema reale che è quello del differenziale di costo nel nostro paese sulla RC auto rispetto agli altri paesi UE e che non è riconducibile alla questione carrozzieri come è accaduto, anche perché questa voce nel sovra costo complessivo rappresenta appena il 7% dello stesso, e quindi forse bisognerà iniziare dal rimanente 93%.


Proprio per questo, il  tema sarà affrontato a parte.


 


I punti fondamentali della norma saranno i seguenti:


 Per l'economia:


·    Riqualificazione delle aree industriali;


·    Bonifica di siti di interesse nazionale;


·    Erogazione di mutui a tasso 0 rivolti all'imprenditorialità giovanile e femminile;


·    Creazione di un fondo per la internazionalizzazione;


·    Credito di imposta per ricerca e sviluppo


·    Provvedimenti per la realizzazione di interventi legati all’Expo 2015


·    Risarcimento alle imprese danneggiate a causa di attacchi dei No-Tav;


Per le famiglie e piccole imprese:


·    Sconto del 19% agli studenti di scuola superiore sui libri (nelle librerie convenzionate);


·    Risparmio sulle bollette della luce e del gas a vantaggio di imprese e famiglie;


·    Eliminazione dell'aumento delle accise sulla birra che era previsto per marzo 2014;


·    Le imprese che si trovano in situazione di credito con la PA potranno compensare gli eventuali debiti maturati. 


 


Il decreto è stato approvato dalla Camera dei deputati con 320 voti favorevoli, 194 contrari e 1 astenuto, ed ora passa all’esame del Senato, che dovrà a sua volta approvarlo nei prossimi giorni al fine della definitiva conversione in legge.


Mino Taricco


In allegato una sceda sul provvedimento


  Vedi allegato 1

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento