LA REGIONE COMUNICHI . . . PATTO STABILITA'

IN MODO DA PERMETTERE LA PROGRAMMAZIONE DELLA SPESA E IL PAGAMENTO DEI FORNITORI. LO CHIEDE IN UN ORDINE DEL GIORNO MINO TARICCO
.

Il consigliere regionale PD Mino Taricco ha presentato un ordine del giorno in cui chiede alla Regione una gestione più razionale del plafond finanziario per gli enti locali piemontesi, a partire dalle scadenza di comunicazione delle risorse disponibili, in modo da poter meglio programmare i flussi di spesa degli enti.

“Con il patto di stabilità interno”, spiega Taricco, “è possibile da parte della Regione una certa flessibilità nella gestione delle risorse nei diversi territori, purché il saldo finale resti all’interno del patto di stabilità”.

“Sono procedure già sperimentate nella scorsa legislatura a partire dal 2009, ma che per il 2011 hanno visto una gestione da migliorare, in particolare riguardo alle tempistiche, troppo spostate verso fino anno per poter permettere una gestione razionale dei flussi di spesa da parte di Province, Comuni e Comunità montane. Questo si è tradotto in ulteriori ritardi nei pagamenti da parte degli enti, particolarmente problematici per le aziende e i vari fornitori per la grave crisi economica che stiamo attraversando”.

“Per questo”, aggiunge Taricco, “ho chiesto alla Giunta regionale di fare in modo che la richiesta di accesso al plafond finanziario disponibile da parte degli enti locali piemontesi, con indicazione dell’entità dei pagamenti che possono essere effettuati nel corso dell’anno, venga anticipata almeno al mese di luglio di ogni anno. In questo modo l’amministrazione regionale potrà fornire agli enti una più tempestiva informazione della quota di plafond loro riservata. Province, Comuni e Comunità montane avranno così assicurato un orizzonte programmatorio sufficientemente ampio per poter effettuare una pianificazione più efficace dei propri investimenti




  Vedi allegato 1

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento