NUOVA LEGGE AREE PROTETTE IN PIEMONTE

Dopo un lungo iter è stata approvata la nuova Legge regionale sulle Aree Protette.

Per descriverne i contenuti prendo a prestito le parole del Consigliere regionale Paolo Allemano:
Dopo un lungo esame in Commissione Ambiente e in Aula, il Consiglio regionale del Piemonte ha approvato oggi il disegno di legge n. 90 “Riordino del sistema di gestione delle aree protette regionali e nuove norme in materia di Sacri Monti. Modifiche alla legge regionale 29 giugno 2009, n. 19 (Testo unico sulla tutela delle aree naturali e della biodiversità)”. 
Il testo si pone alcuniobiettivi fondamentali: 
- rivedere la governance delle aree protette garantendo una maggiore rappresentatività degli enti locali e dando più equilibrio ed efficienza agli enti gestori, 
- accorpare la gestione di alcune aree naturali protette in un’ottica di risparmio e riordino -gli enti di gestione passano da quattordici ad undici-, 
- istituire due nuove aree protette (Parco naturale del Monviso e Riserva naturale della Grotta di Rio Martino) 
- e attribuire le competenze in merito ai Sacri Monti all’Assessorato regionale alla Cultura e al turismo, mantenendo comunque in capo all’Assessorato regionale ai Parchi la trattazione degli aspetti naturalistici caratterizzanti le aree coinvolte. 
La Legge dà 180 giorni alla Giunta per una serie di adempimenti (modifica del perimetro delle riserve naturali, revisione delle aree contigue, gestione di oasi e SIC) miranti a snellire la gestione delle aree protette.
I Sindaci potranno partecipare di persona o tramite delegati alla Comunità dell'Area protetta e saranno parte attiva della comunità, condividendo tra amministratori gli indirizzi di un territorio omogeneo e caratterizzato dalle stesse problematiche, mettendo in pratica politiche comuni a beneficio di un'area più vasta.
Al link seguente una sintesi del provvedimento 


  Vedi allegato 1
  Vedi allegato 2

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento