PRIMARIE, APPROVATE LE NUOVE REGOLE DAL PD

L’assemblea nazionale del Partito Democratico del 6 ottobre ha approvato le regole che proporrà al tavolo di coalizione. Il dubbio più forte rimane quello che riguarda la data delle votazioni anche se potrebbe essere a fine novembre . A questo proposito si sa soltanto che Bersani ha dato conferma del fatto che le elezioni verranno messe in atto entro la fine dell’anno. Tra le novità più importanti vi è sicuramente la modifica dell’articolo 18 dello statuto del PD (575 favorevoli, 8 contrari e un astenuto) che consente ad altri candidati di partito di partecipare alle primarie, a partire proprio dal sindaco di Firenze. Le altre nuove regole introdotte per le primarie del PD riguardano il doppio turno e l’albo degli elettori. Possono votare tutti quei cittadini che si impegnano a sottoscrivere una dichiarazione con la quale chiedono di essere iscritti all’albo degli elettori del Centro-Sinistra con l’intento di dare trasparenza alle procedure elettorali . L’albo potrà essere usato anche come uno specifico strumento in relazione alla campagna elettorale n in quanto gli iscritti saranno “sostenitori del Centro-Sinistra”. Per quanto riguarda il doppio turno qualora nessun candidato raggiunga al primo turno il 50% più uno dei voti, è previsto un turno di ballottaggio tra i primi due candidati, da svolgersi a una settimana di distanza dal primo turno. Poi vi è il patto di coalizione tra le forze che partecipano alle primarie in quanto chi perde deve sostenere il vincitore e anche i candidati che perdono le primarie devono collaborare con il candidato premier e riconoscersi nel manifesto dell’alleanza definito al tavolo della coalizione. Inoltre la campagna delle primarie dovrà ispirarsi a criteri di sobrietà (spese sostenute comprese), trasparenza e rispetto reciproco tra i candidati. Per di più i candidati alle primarie iscritti al Partito Democratico a parte il segretario dovranno avere una sottoscrizione di almeno il 10% dei componenti dell’assemblea o almeno il 3% degli iscritti e le relative candidature vanno presentate alla presidenza entro il 15 ottobre. Si allega una schda di sintesi delle decisioni assunte . . .. . ...


  Vedi allegato 1

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento