PROCEDURE SEMPLIFICATE PER IL DIVORZIO

L'approvazione a grande maggioranza della legge che semplifica le procedure per arrivare al divorzio, consentirà all'Italia di conseguire un quadro normativo in materia di diritti civili al passo con i mutamenti intervenuti nella società. Il testo prevede la riduzione da tre ad un anno del termine per la presentazione della domanda di divorzio in caso di separazione giudiziale e a sei mesi per quella consensuale e anticipa anche il momento dello scioglimento della comunione legale tra i coniugi. Siamo molto soddisfatti di questo risultato atteso da ben undici anni. Il primo compito della politica è quello di prendere atto dei cambiamenti della società e di dare risposte adeguate. Crediamo che la riduzione dei tempi del divorzio riduca anche le conflittualità tra i coniugi e di conseguenza diminuisca anche le sofferenze per i figli. Siamo fermamente convinti che l'unità e la stabilità della famiglia non si tutelino attraverso un legame temporale forzoso stabilito dalla legge, ma debbono fondarsi su altro.


  Vedi allegato 1

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento