RITARDI DEI TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PER LE AGENZIE FORMATIVE.

Abbiamo presentato una interrogazione, prima firmataria la collega Pentenero, a seguito delle numerose sollecitazioni per i ritardi nei pagamenti degli insegnanti negli Enti per la Formazione Professionale. Molti Enti o agenzie formative lamentano come causa dei loro ritardi, l’enorme ritardo con cui sono a loro volta pagati dalla Provincia. L’Assessore regionale Porchietto, cui abbiamo rivolto la questione, nella sua risposta, ha confermato i gravi ritardi della Regione nei trasferimenti di risorse alle Province, ritardo che sta mettendo in forte crisi il sistema della formazione. L’Assessore ha spiegato che i ritardi sono dovuti “prioritariamente” alla lentezza dei trasferimenti statali che determinano una ridotta capacità di cassa per la Regione. L’Assessore Porchietto ha anche ricordato che la Giunta regionale ha attivato a fine 2011 , attraverso Finpiemonte , un meccanismo, “cash pooling”, che dovrebbe accelerare il trasferimento alle Province dei fondi UE e la possibilità di anticipazioni per circa 20 milioni di euro. Abbiamo segnalato la necessità di fare di più, innanzitutto per sveltire le procedure che portano ad ulteriori dilazioni rispetto a quelli prodotti dalle tempistiche statali e europee. In secondo luogo occorre sostenere le agenzie nei loro rapporti con le banche, attraverso un ruolo attivo più presente delle Regione e delle sue partecipate. Questa situazione che sta strangolando le agenzie formative, poi di fatto si ribalta sugli addetti e sugli insegnanti che in moltissimi casi sono pagati con ritardi molto pesanti. Abbiamo confermato all’Assessore che torneremo a chiedere conto dell’efficacia delle misure sull’andamento dei pagamenti, a tutela delle aziende e dei lavoratori delle agenzie formative.


  Vedi allegato 1
  Vedi allegato 2

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento