SOSTEGNO A FESTIVAL CULTURALI EUROPEI.

Il fine generale del settore 1.3.6, s'identifica nel sostegno ai festival che abbiano una dimensione europea e che contribuiscano al raggiungimento degli obiettivi specifici del Programma Cultura (ossia la mobilità dei professionisti, la circolazione di opere e il dialogo interculturale).



Obiettivi:

Nello specifico questo settore si propone di sostenere i festival culturali europei allo scopo di:

incoraggiare gli scambi di esperienza attraverso la mobilità dei professionisti europei nel campo della cultura;
promuovere la circolazione delle opere culturali, offrendo l'accesso a opere culturali europee non nazionali al più ampio pubblico possibile;
promuovere il dialogo interculturale.


Beneficiari:
I proponenti devono essere organizzazioni pubbliche o private, dotate di status giuridico che operano principalmente nel campo della cultura (settori di attività culturali o creative) e la cui sede si trovi in uno dei paesi partecipanti al programma:
- Stati membri dell'Unione europea;
- paesi del SEE (Islanda, Liechtenstein, Norvegia);
- paesi candidati all'adesione all'Unione europea (Croazia, Turchia, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Serbia e Montenegro).

L'Albania potrà partecipare al programma Cultura (2007-2013) a partire dal 01/01/2012 a condizione che venga firmato un memorandum d'intesa con l'UE relativo alla propria partecipazione al programma "Cultura".



Importo disponibile:
La domanda di sovvenzione non deve essere superiore a 100 000 €.

Modalità di partecipazione:

Sono ammissibili soltanto i festival che si siano svolti in precedenza per almeno cinque edizioni alla data di presentazione della proposta.

La programmazione dell'anno precedente e la programmazione provvisoria dell'anno per il quale viene richiesto il sostegno, devono includere le opere di almeno 7 paesi partecipanti al programma.

Per essere ammissibili i progetti, inoltre, devono:

avere una durata non superiore a 12 mesi;
essere oggetto di una domanda di sovvenzione non superiore a 100 000 €;
essere oggetto di una domanda contenente un bilancio in pareggio (per cui le spese sono uguali alle entrate) e non superare il massimale di cofinanziamento dell'Unione europea fissato al 60% dei costi ammissibili totali.
Non sono finanziati dal Programma Cultura i Festival cinematografici

Le domande possono essere redatte in una delle lingue ufficiali dell'UE, ma è fortemente consigliato di utilizzare una delle lingue di lavoro della Commissione (vale a dire inglese, francese o tedesco).

Per partecipare all'invito a presentare proposte, l'Agenzia esecutiva ha sviluppato un strumento on-line. Contestualmente alla presentazione elettronica deve essere inviata anche la documentazione cartacea entro e non oltre la data di scadenza fissata.
Scadenza: 16/11/2011
entro le h 12,00 (ora di Bruxelles)

Per ulteriori informazioni visitare il link allegato.


  Leggi Anche ...

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento