STRALCIATA LA NORMA SULLE RC AUTO DAL DESTINAZIONE ITALIA

Ieri nel tardo pomeriggio nella riunione del Gruppo PD alla Camera sul Destinazione Italia, in molti abbiamo fatto notare la necessità di rivedere l'articolo 8, quello relativo alle norme sulla RC auto.
Un articolo che era nato da una necessità reale, cioè di creare le premesse per ridurre il costo della assicurazione obbligatoria sulla rc auto, che in Italia è mediamente molto più alta che nel resto d'Europa, mediamente di 100 euro anno l'assicurazione di tutte le auto in Italia. Purtropo nella sua stesura iniziale il testo era assolutamente sbilanciato tanto da essere stato letto come una norma per colpite i carrozzieri che incidono sui costi cpmplessivi relativi alla rc auto  per il 7%. Stamattina l'articolo è stato stralciato e sarà trattato con una norma ad hoc. Credo sia una cosa buona, la norma va fatta, perchè vanno fatti scendere i costi assicurativi, ma deve essere più ragionata ed equilibrata e soprattutto deve colpire i veri centri di costo, l'evasione assicurativa che è altissima e ci sono gli strumenti e l'abuso del danno biologico e probabilmente l'eccesso di margini delle assicurazioni, poi possiamo ragionare anche del resto.


  Leggi Anche ...

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento