TARICCO (PD): COOPERATIVE SOCIALI IN GINOCCHIO IL GOVERNO INTERVENGA

“Le cooperative sociali sono per legge lo strumento idoneo per il perseguimento di finalità sociali e di promozione umana, gestiscono servizi socio-sanitari, educativi e di attività produttive, permettendo l'integrazione lavorativa di persone socialmente svantaggiate”. Le parole dell’on. Taricco (PD), sottoscritte da oltre 50 deputati del Partito Democratico, richiamano all’urgente problema dell’aumento dell’IVA da 4 a 10 per cento per le prestazioni socio-sanitarie e educative fornite dalle cooperative sociali e dai loro consorzi a favore di anziani ed inabili adulti, di tossicodipendenti e malati di AIDS, dei portatori di handicap, dei minori in situazione di disadattamento e di devianza.
“La legge di stabilità per il 2013 (Governo Monti) che ha in programma di aumentare di 6 punti l’IVA per i servizi delle coop sociali causerà un aumento di costi per il welfare di 510 milioni di euro, per il 70 per cento a carico dei Comuni e per il 30 per cento delle famiglie degli utenti o una corrispondente riduzione quantitativa o qualitativa del servizio . Ci rimetteranno i cittadini, i giovani e i minori, gli anziani e i disabili, i lavoratori espulsi dal sistema produttivo” – avverte il democratico Taricco. “Se effettivamente tale aumento dell'IVA dovesse verificarsi, si tratterebbe di un aumento pari al 150 per cento con la conseguenza non solo di mettere in ginocchio centinaia di cooperative del settore sociosanitario ed educativo, ma produrrebbe anche l'effetto di una considerevole perdita di posti di lavoro”. Per questo Taricco e e i deputati del PD chiedono al Governo di ripristinare la precedente aliquota agevolata del 4 per cento per le prestazioni delle coop sociali.


  Vedi allegato 1

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento