TRASPARENZA NON DISCREZIONE

Lettera inviata agli Onorevoli Rutelli e Bianco


Ho letto su “La Stampa” di oggi l’articolo nel quale si parla delle
verifiche in atto da parte della Magistratura sui conti della ormai ex
Margherita.
Ho letto di richiami alla necessità di “rispetto delle insindacabili scelte
politiche” e di “necessaria discrezione” per no cagionare danni politici.
Sono stato iscritto a DL - La Margherita dalla sua nascita alla sua
confluenza nella costituzione del Partito Democratico, e, come tanti
peraltro, ho puntualmente versato tutti i contributi che il Partito
deliberava, le cosiddette “liberalità”, sia ordinarie che in occasione delle
varie campagne elettorali, e non ho mai saputo che fine avessero fatto i
cosiddetti rimborsi elettorali.
Mi permetterei di chiedervi di dare voi alla stampa, per una questione di
trasparenza, sicuro non vi sia nulla da nascondere, tutti i conti e gli
utilizzi fatti negli anni di dette risorse.
Sono a chiederlo anche perché essendo queste risorse pubbliche, peraltro
ricevute in spregio ad un referendum che aveva abrogato i finanziamenti
pubblici ai Partiti, pubbliche non siano anche le modalità di utilizzo.
Per chi ha fatto politica ne La Margherita, nei territori, e lo ha fatto
nella maggior parte dei casi con pochissimi strumenti, lo scoprire ora che
qualcuno aveva accantonato, non si sa bene per quale nobile utilizzo, oltre
20 milioni di euro, credo si una ferita non facilmente sanabile, per non
dire che si ha la sensazione di essere stati presi in giro.
Cari Onorevoli dovreste essere i primi a chiedere, a pretendere e a dare
trasparenza e chiarezza; credo sia giunto il momento di normare per Legge la
vita dei Partiti, obbligandoli a bilanci trasparenti e pubblici, prevedendo
controllo di revisori contabili e prevedendo norme certe di funzionamento,
nella convinzione che la trasparenza e la chiarezza dei comportamenti e dei
percorsi sono premessa di credibilità e di vita , e che insistere a voler
preservare l’esistenza di segrete stanze e di gruppi di pochi eletti
abilitati a sapere, è invece premessa di morte certa, per rifiuto o per
insignificanza.


Cari Onorevoli, non chiedete discrezione, offrite trasparenza.

Mino Taricco
Consigliere Regionale


  Vedi allegato 1

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento