UN PROVVEDIMENTO SUGLI ESODATI PER TUTELARE ALTRE 32.000 PERSONE

La Camera dei deputati ha esaminato e approvato, giovedì 3 luglio, il testo unificato delle proposte di Legge in materia di modifica dei requisiti per le deroghe all’accesso al trattamento pensionistico.


Nei dettagli, il provvedimento interviene concretamente sul problema degli esodati, prevedendo l’accesso alla pensione con le regole precedenti alla Riforma Fornero per 32.100 persone: questa salvaguardia, la sesta istituita dal 2011, prolunga sino a gennaio 2016 il periodo utile per la maturazione dei requisiti che permettono di andare in pensione con le regole ante Fornero e amplia a 170.000 il numero di persone che possono usufruire di questa


copertura.


La Commissione Lavoro, dopo un lungo e articolato iter che aveva condotto alla stesura di una formulazione unica del provvedimento da parte di tutte le forze politiche, ha recepito l’emendamento e le modifiche proposti dal Governo e dal Ministro Poletti durante gli scorsi giorni, permettendo così all’Assemblea di Montecitorio di portare a termine il proprio lavoro.


Siamo certamente di fronte a una misura che viene incontro alle esigenze di molte persone, continuando l’opera di risoluzione dei problemi emersi con la Riforma del 2011 che hanno coinvolto un grande numero di lavoratori.


Ora occorre però proseguire su questa strada senza fermarsi: prima di tutto con la Legge di Stabilità, che, come promesso dal Ministro Poletti, conterrà provvedimenti per quanto riguarda proprio il problema delle pensioni.


Inoltre si sta lavorando per ulteriori interventi, e, come ha più volte sottolineato il Presidente della Commissione Lavoro Cesare Damiano, tra gli argomenti di urgente attualità che affronteremo a breve ci dovranno essere la questione “Quota 96”, che coinvolge,  tra gli altri, molti insegnanti, e quella dei macchinisti delle ferrovie.


  Vedi allegato 1

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento