PIANO SOCIOSANITARIO . . .. . ... SI RIPARTE A GENNAIO

Dopo giorni di scontro frontale in IV Commissione, oggi per bocca
dell’Assessore Monferino, la maggioranza ha sostanzialmente dichiarato la
disponibilità a superare quello che sembrava essere diventato un vero e
proprio diktat e una delle colonne portanti della Riforma Cota e cioè la
separazione ospedali – territorio.
La discussione sulla riforma è stato deciso ripartirà a gennaio per
svilupparsi nei primi mesi dell’anno prossimo, e c’è l’impegno da parte
della Giunta ad affrontare insieme la discussione sui tre documenti, come
avevamo richiesto, e a riformulare il Piano SSR riequilibrandolo anche nel
rapporto sanità – assistenza, oltre che ad avviare un confronto di merito
che recupererà tutte le posizioni che abbiamo in questi mesi posto, e che,
tra l’altro, erano emerse con forza anche nelle consultazioni.
Oltre alla separazione ospedale-territorio, abbiamo ribadito la necessità di
salvaguardare i Consorzi Socioassistenziali, destinati all’estinzione
secondo il disegno di legge dell’assessore Maccanti, che va quindi
profondamente rivisto e altrettanto abbiamo ribadito la necessità di
restituire un ruolo importante alle amministrazioni locali e ai Sindaci nel
rapporto tra la Sanità e il territorio che rappresentano.
Nel suo intervento, l’Assessore ha fatto riferimento anche al tema delle due
Asl in provincia di Cuneo e a tante altre questioni di cui sarà necessario
tenere conto e sulle quali avviare un confronto puntuale.
Abbiamo convenuto sulla necessità di affrontare approfonditamente i temi
della rete ospedaliera e della centralizzazione delle funzioni di supporto,
questioni su cui servirà un approfondito confronto sulle scelte concrete e
sulle opzioni.
Credo di poter dire che anche grazie alla posizione ferma del PD, che ha
dimostrato di essere determinato a non arretrare sulle questioni che aveva
posto come irrinunciabili, si sia fatto un grande passo avanti, passando
dalla concezione muscolare al confronto di merito, e credo sia stato un buon
passaggio per la salvaguardia del nostro sistema sociosanitario e anche per
una migliore tutela della salute dei nostri concittadini.


Mino Taricco


  Leggi Anche ...

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento