NEWSLETTER n. 19/2018

Carissime e carissimi,

in queste ore è in corso l’incontro, che, nonostante le previsioni negativetutti speriamo abbia invece un esito positivo, tra il nostro Presidente del Consiglio Conte ed il Presidente della Commissione UE per cercare di scongiurare la tempesta perfetta nella quale il Governo sta rischiando di infilare il Paese.

Come cerco di spiegare in seguito il problema non è tanto o solo la procedura di Infrazione comunitaria, che pure ha le sue conseguenze (leggere QUI), ma è il crollo della fiducia degli investitori nei nostri confronti del nostro paese e le conseguenze che questo comporta, che cominciano purtroppo a sentirsisu un paese che ha 2300 miliardi di debito.

Il calo di fiducia sui nostri titoli di stato non ha purtroppo un argine, ma è invece accompagnato da un momento non facile in tutta la zona euro, ma continuo a sperare che una botta di rinsavimento dia ai nostri governanti il coraggio di lasciare da parte la campagna elettorale e la propaganda continua e di fare scelte che rimettano in moto la fiducia nel paese.

Intanto però i danni già fatti in questi mesi si possono cominciare a contare.

Nei giorni scorsi intanto è diventato Legge il decreto Genova con la sua scia di polemiche di cui ho già parlato nella precedente Newsletter, e su cui ritorno solo per questa ulteriore porcata contro la quale ci siamo purtroppo inutilmente opposti e che cercheremo di portare Parlamento e Governo a cambiare.

Un fatto che sicuramente ha lasciato il segno nelle scorse settimane è stata la manifestazione a Torino a sostegno del o della TAV e di tutte le grandi infrastrutture che il Governo sta bloccando, tra le quali anche la nostra Asti Cuneo

Ma le passate settimane sono state anche ricche di cose belle, la classifica uscita nei giorni scorsi che vede la provincia di Cuneo decima in qualità di vita e l’annuncio che uno dei colossi del turismo mondiale Lonely Planet ha riconosciuto il Piemonte come prima regione al mondo da visitare nel 2019.

Tra le cose belle metto anche il fatto che finalmente il Partito Democratico si sta avviando a dare una risposta alle tante domande inevase che si porta dietro dal 4 marzo di quest’anno o forse dal 4 dicembre del 2016, e questa è una buona notizia non solo per me o per noi ma credo per tutto il Paese, come potrete leggere.

Alcune ultime annotazioni positive:

- È in pieno svolgimento la giornata nazionale della colletta alimentare

- Per chi è interessato esiste anche un organo di informazione on line che si chiama Buonenotizie

- Per chi vuole farsi un regalo un video straordinario di testimonianza di Nick Vujicic, a volte vederlo fa bene al cuore e ci aiuta a guardare la vita da una angolatura diversa.

A presto.

Buona lettura ed un abbraccio a tutti.

Mino Taricco  

I NUMERI NON DICONO BUGIE

Una interessante riflessione  sul Corriere della Sera  sul perché il fare debito, nelle dimensioni previste e nel quadro attuale, per iniettare in spesa pubblica miliardi di euro ...

UN PD RINNOVATO PER IL BENE DELL'ITALIA

Sono da sempre convinto che il Paese, che sta attraversando una delle stagioni più delicate degli ultimi decenni, abbia straordinario bisogno di un  centrosinistra, di un’area progressista forte ...

LO SPREAD NELLE NOSTRE TASCHE

Per farla breve :-        lo SPRED che sale,  vuol dire che molti  investitori stranieri di fronte ad un’Italia, che vuole fare più debito per finanziare il reddito di ...

BANDO DISTRUZIONE

La Fondazione CRC, dopo la positiva esperienza del 2017, prosegue e rafforza l'impegno a favore del contesto ambientale e paesaggistico della Provincia di Cuneo anche quest'anno, promuovendo il Bando ...

Mino Taricco utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento